Il Progetto ACQUAPLUSS Acqua Plurima per lo Sviluppo Sostenibile – Milano

Si è svolto a Milano giovedì 5 dicembre, presso la sede del Touring Club Italiano, il convegno Il progetto AcquaPluSS – Acqua Plurima per lo Sviluppo Sostenibile, promosso da Regione Lombardia e da URBIM-ANBI Lombardia, l’Unione regionale dei Consorzi di bonifica, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano. L’iniziativa, moderata da Stefano Agostoni di Regione Lombardia, ha rappresentato l’occasione per presentare a Milano, dopo l’appuntamento bresciano dello scorso 6 giugno, il progetto AcquaPluSS, che propone una serie di interventi da attuare sperimentalmente su quattro aree pilota della pianura irrigua lombarda e afferenti a quattro differenti Consorzi, tra cui Est Ticino Villoresi.

Al centro dei lavori una serie di contributi qualificati sul valore dell’acqua plurima e sulle potenzialità fruitivo-turistiche delle vie d’acqua, culminanti in una disamina incentrata sul Naviglio Bereguardo, emblematico sia per un utilizzo idrico  dal valore multifunzionale che per lo sviluppo rurale. Ha aperto i lavori il Presidente del Touring Club Italiano Franco Iseppi, che ha sottolineato come l’offerta turistica sia strettamente dipendente dalla bellezza, accoglienza e peculiarità dei nostri territori e come l’aspetto green e sostenibile delle proposte disponibili diventi sinonimo di competitività. Le relazioni di Massimiliano Vavassori del Touring Club Italiano e dell’urbanista Albano Marcarini hanno messo invece in rilievo le potenzialità ricreative della relazione virtuosa tra acqua, ambiente e territorio mentre gli interventi, per URBIM-ANBI Lombardia, del Direttore Giorgio Negri e di Fabio Olivotti hanno contestualizzato il progetto AcquaPluSS. La necessità di migliorare la gestione idrica in termini di risparmio e maggiore funzionalità è stata ribadita da Claudio Gandolfi dell’Università degli Studi di Milano. In chiusura le osservazioni del direttore della Fondazione Sviluppo Cà Granda, Achille Lanzarini e delle Organizzazioni Professionali Agricole hanno messo in luce il positivo contributo che progetti come AcquaPluSS possono portare alle realtà rurali regionali.

Ha chiuso la conferenza il Presidente di URBIM-ANBI Lombardia Alessandro Folli, che ricordando la preziosa poliedricità dell’acqua, ha stigmatizzato una scarsa attenzione nei confronti di una risorsa che richiede una complessa e lungimirante gestione. “L’acqua siamo noi” è infine lo slogan utilizzato da Folli per ricordare l’importante ruolo esercitato dai Consorzi di bonifica in termini di regolazione idraulica a fini irrigui, difesa del suolo e rispetto a tutte le attività possibili grazie alla cosiddetta multifunzionalità, che fanno di questi importanti istituti i soggetti più accreditati per occuparsi di acqua e territorio.

2018-12-10T09:35:29+00:00 dicembre 5th, 2018|