Proposte per la crescita del paese

E’ stato presentato il 21 febbrario alla stampa dal presidente Massimo Gargano e dal direttore generale Anna Maria Martuccelli il documento ANBI “Proposte per la crescita del paese” .
Il documento, partendo dalle necessità e urgenza di perseguire la sicurezza territoriale (6 milioni di persone abitano in un territorio ad alto rischio idrogeologico e 22 milioni a rischio medio, 1.260.000 edifici, di cui 6.251 scuole e 547 ospedali -e di questi rispettivamente 647 e 72 in Lombardia!-sono a rischio frane e alluvioni) presenta un Piano concreto di interventi immediatamente cantierabili da parte dei Consorzi di bonifica: quasi 3000 opere per 6.812 milioni di € da attuarsi in più anni (85 interventi per 360 milioni in Lombardia)per prevenire catastrofi e alluvioni, impedendo perdite di vite umane e danni, il cui ripristino comporterebbe costi senz’altro maggiori.
Il documento si sofferma anche sull’importanza della irrigazione, che, gestita dai Consorzi di bonifica che la diffondono su quasi 3.500.000 ettari (di cui 770.000 in Lombardia, con una rete consortile di oltre 19.000 Km di canali + 20.000 km di rogge private) permette una produttività anche di 3-4 volte superiore a quella normale e contribuisce alla produzione di prodotti di qualità e altamente esportabili.
L’attività di salvaguardia idraulica e di irrigazione, insieme a quella a favore dell’ambiente e del paesaggio e alla costruzione di impianti idroelettrici per la produzione di energia pulita, è svolta dai Consorzi di bonifica: 127 in Italia e 12 in Lombardia, che sono stati recentemente riorganizzati e potenziati grazie ad una azione congiunta Regione-Consorzi

2018-05-30T16:27:29+00:0021 Febbraio, 2013|
Torna in cima