Regione Lombardia: un piano straordinario da 170 milioni per le alluvioni

Si è tenuto il 12 febbraio a Milano il seminario “Valutazione e gestione del rischio di alluvioni in Regione Lombardia” con la presenza degli Assessori regionali al Territorio, alla Protezione civile e all’Ambiente, di AIPO, dell’Autorità di bacino del Po, del Dipartimento nazionale della protezione civile e di un foltissimo pubblico, in cui è stato fatto il punto sugli strumenti e i finanziamenti di Regione Lombardia sulla difesa idraulica e il rischio alluvioni, in applicazione della direttiva 2007/60/CE.
In particolare è stato presentato il programma straordinario di interventi, che la Regione sta attuando grazie a nuovi investimenti e alla costante manutenzione delle opere esistenti. In totale, sono interessati 163 cantieri finanziati per 70 milioni di € dal Ministero dell’Ambiente e per 140 milioni dalla Regione, la quale ha previsto un ulteriore stanziamento di 10 milioni nell’assestamento di Bilancio 2013 e di oltre 20 milioni Bilancio 2014. Sono stati inoltre sottoscritti numerosi Protocolli d’intesa ed elaborati studi di bacino e sottobacino nonchè mappe di criticità che evidenziano le aree allagabili e di conseguenza gli elementi esposti a rischio: popolazione, infrastrutture strategiche come ad esempio autostrade, ferrovie, ospedali e scuole, impianti che possono causare inquinamenti se allagati, attività economiche, beni culturali e ambientali.
All’elaborazione di questi studi e delle attività di elaborazione del Piano di gestione del rischio di alluvioni hanno attivamente partecipato, tramite URBIM, anche i Consorzi di bonifica, che hanno individuato 34.000 ettari a rischio distribuiti su 210 comuni.

2018-05-30T14:36:40+00:0012 Febbraio, 2014|
Torna in cima